ALI – Accoglienza Libera Integrata – è un’iniziativa per avvicinare e creare relazioni di scambio e sostegno tra migranti e chi vuole che nessuno si senta straniero in Italia

IL PROGETTO…

… tanti progetti. Ali mette in contatto le persone, aiuta a superare le barriere per far incontrare cittadini romani e migranti. Ali fornisce assistenza continua per superare le prime difficoltà, mette a disposizione il suo know how per rispondere a domande e bisogni della sua rete, ma il progetto di accoglienza lo realizza ogni singolo cittadino. Un’accoglienza soft, one to one, costruita giorno dopo giorno, settimana dopo settimana. Con i propri tempi, i propri desideri, la propria immaginazione e la propria voglia di accogliere. Tanti progetti che insieme diventeranno la grande rete di Ali.

ALI è Accoglienza Libera Integrata

ACCOGLIENZA …

Perché è un’apertura all’altro. Dal latino colligere cogliere, raccogliere insieme, accogliere vuol dire mettersi in gioco, rendersi partecipe, arricchirsi.

LIBERA…

Perché non regolamentata da tempi, modi e istituzioni ma strutturata sulla base della disponibilità  di ciascuno. Un’accoglienza che cresce con Voi, nella misura in cui i legami che si creano tra chi accoglie e chi è accolto si rafforzano e crescono.  ALI suggerisce una serie di attività che si possono proporre ai migranti accolti, ma ognuno è libero di sperimentarne altre e di suggerirle alla rete, qualora si rivelino divertenti, utili, positive.

INTEGRATA…

Perché vuole colmare le carenze di sistema di accoglienza ufficiale che, soprattutto nelle grandi città, non crea integrazione ma situazioni di isolamento e ghettizzazione: i centri di accoglienza sono spesso dislocati nelle estreme periferie, pochi contatti con il quartiere e le persone che lo abitano.

Perché con ALI chi decide di accogliere e chi è accolto diventano parte di una rete che comprende migranti, cittadini e associazioni.

Perché questa accoglienza reciproca si colloca nella nostra vita quotidiana, non ai suoi margini, trasformando il territorio e la comunità.

Perché permette di andare oltre ai facili stereotipi, e scoprire – in prima persona – gioie e fatiche del processo di integrazione.  

Perché spesso le situazioni si invertono e si riceve più di quanto si offre….e allora si scopre cos’è davvero l’integrazione!

 

ALI è…ALI non è

  Un servizio di  accoglienza modulare, con livelli da definire in base alla disponibilità dei singoli e all’affinità che si crea tra le persone coinvolte Non un’accoglienza continuativa e permanente.
  Un’iniziativa che si affianca alle istituzioni, alleggerendone il carico e moltiplicando possibilità Non sostituisce le istituzioni.
Una relazione di tipo amicale e informale, supportata da una rete di appoggio per affrontare le difficoltà che i migranti incontrano quotidianamente. Non una forma legalmente riconosciuta
  Un contributo volontario che può assumere diverse forme, meglio se totalmente svincolate dal passaggio di denaro Non è un servizio di accoglienza e assistenza retribuito
  Azioni semplici per migliorare la vita di poche persone, attraverso esercizi di pura umanità Non un modo per “salvare il mondo”